modena

modena

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Aggressioni e incendi Seta

aggrssione

Aggressioni a controllori e autisti: agenti in borghese sui bus

Vertice coi sindacati in prefettura. Si è parlato anche degli incendi

DOPO gli incendi a ripetizione che hanno danneggiato quattro bus in un mese - e i due roghi sospetti di altretanti mezzi fermi nelle autostazioni di Mirandola e concordia - per Seta sorge il problema delle aggressioni ad autisti e controllori. Certo il tema della violenza, fisica e verbale, a bordo degli autobu non è una novità.

Episodi di questo gnere ci sono sempre stati. Ma ora la recrudescenza del fenomeno ha allarmato il personale tanto da richiedere una riunione in prefeuttura. Proprio ieri mattina i sindacalisti di Cgil, Cisl, Uils, Cisal e Af sono stati ricevuti dal prefetto michele di Bari, da questore e dai vertici di carabinieri e guardia di finanza oltre che dai responsabili Seta.

"Nel solo mese di gennaio - dicono i sindacalisti - si sono verificati almeno dieci episodi di aggressioni a controllori e autisti, ma numerosi altri sono stati registrati nei mesi precedenti. Le aggressioni si verificano sia a Modena città che nei Comuni della provincia sull' intero bacino coperto dai mezzi Seta. Questi episodi sono sempre accaduti, ma ciò che preoccupa è l' intensificazione che si registra negli ultimi tempi. -aggiungono - Controllori e autisti sono minacciati, strattonati e sbeffeggiati nel momento in cui chiedono di verificare il possesso del biglietto. In alcuni casi ci sono state anche delle vere e propire aggressioni fisiche, con ricorso al pronto soccorso per le medicazoni".

"Ormai sono sempre più frequenti i casi in cui chi non ha il biglietto dà generalità false o si rifiuta di mostrare i documenti - spiega Giuseppe Rendace della Faisa/Cisal - Per questo serve l'aiuto delle forze dell' ordine, per la tutela sia di autisti e controllori sia dei viaggiatori. Dal prefetto abbiamo avuto rassicurazioni".

Dalla riunione sarebbe emersa una soluzione condivisa con Seta per garantire la sicurezza a bordo su cui trapela poco per una questione di riservatezza. Si punterebbe però a bloccare in flagrante i violenti è che vengano schierati sugli autubus urbani e extraurbani agenti e militari in borghese pronti a intervenire in caso di comportamenti violenti. Insomma, forze dell' ordine mescolate ai viaggiatori. Si potrebbe puntare anche sulle telecamere. Concordato anche un filo diretto tra autisti e numeri di emergenza, con intervento il più veloce possibile delle pattuglie qualora si verificasse un' aggressione su un bus. Sarà coinvolta anche la polizia municipale.

"Il prefetto e le forze dell' ordine sono stati disponibili - spiega Maurizio denitto della Fit/cisl - sono stati anche chiesti chiarimenti a Seta in merito agli incendi sui bus". Rispetto a ciò il presidente Pietro Odorici ha ribadito che si tratta di problemi tecnici dovuti a cedimento di alcune guaine a causa del freddo assicurando un' ulteriore revisione dei mezzi più vecchi. Ci sono poi due casi di incendi probabilmente dolosi avvenuti nella bassa su cui indagherà la magistratura.

Valentina Beltrame

BannerPensioneComplementare
Inps-Pensione
 

Emilia Romagna