logofit-cisl

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

CHI SIAMO


Con il Congresso del 1977 i sindacati e le federazioni dei trasporti della CISL e precisamente gli autoferrotranvieri della FENLAI, i lavoratori del trasporto aereo della FILAC, i marittimi di FILMPESCA, i portuali della FILP, gli ausiliari della FILTAT e i ferrovieri del SAUFI, hanno costituito la FIT (Federazione Italiana Trasporti).

Il Congresso del 1981 e soprattutto quello successivo del 1985 hanno completato il processo costitutivo con la confluenza dei sindacati di categoria in una unica Federazione dei lavoratori dei trasporti, dei servizi e dell'ambiente della Cisl.

La FIT aderisce, sul piano internazionale alla International Transport Workers' Federation (ITF), all'European Transport Workers' Federation (ETF) e alla Confederazione europea dei Sindacati (CES).

La FIT, che rappresenta tutti i lavoratori dei trasporti, dell'ambiente e dei servizi, si configura come una Federazione costituita a livello nazionale, regionale, territoriale e di posto di lavoro nella quale le esperienze maturate dai sindacati originari, le loro peculiarità, il rapporto con i lavoratori ne costituiscono il patrimonio ideale e organizzativo.

La vita interna della Federazione è regolata dallo Statuto FIT. Esso viene approvato dal Congresso Nazionale che si tiene normalmente ogni quattro anni. Il Congresso, ai vari livelli, elegge inoltre tutti i gruppi dirigenti della Federazione a scrutinio segreto che rimangono in carica fino al Congresso successivo.

Per confermare l'assoluta autonomia della FIT nei confronti dei partiti, dei movimenti e formazioni politiche, delle associazioni che svolgono attività interferenti con quella sindacale, delle assemblee legislative e dei poteri esecutivi a tutti i livelli, sono stabilite dallo statuto FIT una serie di incompatibilità, molto precise e dettagliate, con le cariche sindacali.

Alla FIT-CISL aderiscono oltre 100.000 lavoratori del comparto.

Gli iscritti alla FIT hanno diritto a partecipare alla elaborazione delle linee di politica sindacale, ad eleggere i propri rappresentanti nei luoghi di lavoro ed i propri delegati alle istanze congressuali.

Essi hanno inoltre il diritto di ricevere tempestivamente la tessera d'iscrizione al sindacato, ad essere tutelati nei propri diritti contrattuali e ad usufruire, in modo privilegiato, rispetto ai non iscritti, dei servizi dell'organizzazione.

La FIT ha la rappresentanza politica nei rapporti esterni ed interni all'organizzazione, la definizione e gestione delle linee di politica dei trasporti, la responsabilità su indirizzi strategici, struttura e ambiti della contrattazione collettiva, la competenza della politica organizzativa e della formazione, della politica dei quadri e delle risorse.

Le strutture della Federazione, a tutti i livelli, sia nazionale che regionale e territoriale sono costituite da organi collegiali come i Consigli Generali, Comitati esecutivi e Segreterie elette con le modalità e le procedure previste dallo Statuto FIT e da organi di controllo costituiti dal Collegio dei Sindaci e dal Collegio dei Probiviri.

La Federazione Italiana Trasporti della CISL è firmataria di oltre 50 contratti collettivi nazionali di lavoro per le diverse tipologie di aziende di trasporto, ambiente e servizi.

Nell'ambito di un progetto Confederale, nell'aprile 1998 è stata costituita l'Associazione Progetto Quadri della FIT Cisl (APQ FIT). Essa rappresenta in forma organizzata i Quadri e le alte professionalità appartenenti ai contratti di pertinenza dei trasporti. Ad essa sono associati automaticamente tutti i Quadri iscritti alla FIT e possono associarsi tutti i Quadri del comparto oltre alle associazioni professionali o sindacali di questa categoria di lavoratori.

L'Associazione favorisce la partecipazione nei luoghi di lavoro, la concertazione a livello di economia e società, la contrattazione come forma di tutela e valorizzazione delle professionalità ed il miglioramento delle condizioni di lavoro.

In particolare, essa si propone di individuare ambiti di interesse comune per elaborare indirizzi omogenei capaci di meglio rappresentare bisogni ed aspettative dei Quadri dei trasporti (diritto all'informazione, inquadramento professionale, indennità di funzione, elementi integrativi, aggiornamento professionale, orari di lavoro, tutela legale, affermazione delle pari opportunità, rappresentanza sindacale, esperienza di democrazia economica...).

Il Comitato Esecutivo dell'APQ FIT si adopera per promuovere una rete di riferimento dell'Associazione nei vari territori e la crescita di specifiche conoscenze.

L'Associazione Progetto Quadri Nazionale della FIT ha sede in Roma in Via Antonio Musa, 4.

Gli organi di informazione della FIT-CISL sono il periodico "Trasporti d'Italia", il quindicinale on-line "Fit-Informa", il mensile del trasporto ferroviario "La Voce dei Ferrovieri" e il mensile del trasporto aereo "Area Volo".

Il sito web della FIT-CISL è consultabile all'indirizzo www.fitcisl.org

 

 

Emilia Romagna